UMARELL è un anziano digitale che osserva cantieri digitali, i vostri computer. È prodotto con tecnologie di stampa 3D con materiali bioplastici.

Le braccia dietro la schiena, lo sguardo concentrato e l’atteggiamento pronto a criticare e suggerire agli operai il modo più corretto di eseguire un lavoro. È l’immagine del pensionato tipico delle nostre città. Per Natale arriva il modellino da scrivania che promette di aumentare la vostra produttività.
 
umarell_3D

L’umarell nasce dalla tradizione dialettale bolognese, ancora prima che dalla penna di Danilo Masotti, ma è ormai il simbolo della lentezza contrapposta alla frenesia della vita di ogni giorno. Il termine è comunemente utilizzato per indicare un anziano, che nell’immaginario popolare trascorre le giornate a osservare l’andamento dei lavori in corso e nel giro di due anni è stato protagonista di app, webseries e articoli d’approfondimento.

L’umarell di FabLab, un laboratorio di fabbricazione digitale completamente attrezzato, «un luogo di condivisione e coworking, pensato per mettere in comunicazione gli studenti con le aziende, gli artigiani con le imprese», è realizzato con le stampanti 3D a deposito di filamento. Ogni pupazzetto – se così possiamo chiamarlo – è alto circa 14 cm: è disponibile in vari colori, a richiesta, e si può acquistare online sul loro sito.

 

Lascia un commento