La domanda  più diffusa per chi si approccia per la prima volta alla stampa 3D è ” Sto usando il materiale giusto per il lavoro che sto svolgendo con la mia stampante 3d?  La risposta è ” DIPENDE”. A questa domanda ci sono numerosi fattori da considerare, tra cui la forza, la flessibilità, la precisione e le condizioni particolari che necessitano  al materiale per essere stampato correttamente e con elevata precisione.  ABS e PLA sono i due tipi di materiali piu diffusi per le stampanti 3D ma le differenze tra i due non sono immediatamente evidenti.  La domanda è : quale è più adatto per le mie esigenze e come utilizzarlo al meglio con la mia stampante 3d?  In questo articolo parleremo solo dei due materiali piu diffusi, ossia PLA e ABS, ma esistono molteplici materiali, disponibili nel nostro store, come il nylon, gomma, legno,rame che affronteremo prossimamente.In primis, sia  l’ABS che il PLA sono materiali termoplastici che diventano molli quando raggiungono alte temperature, permettendo così  di ottenere forme diverse prima del raffreddamento. Questo aspetto è molto importante perchè ci permette di capire che in realtà il polimero non deve essere lavorato allo stato fuso ma allo stato di transizione vetrosa il che garantisce la permanenza delle proprietà meccaniche originarie del materiale, una volta indurito. La differenza sostanziale è proprio questa che mentre il PLA è un polimenro che già a 60° inizia la fase di deformazione, ABS resiste fino ad un massimo di 100°. Entrambi sono reperibili di vario peso e di vario colore nelle misure di 1.75mm o di 3mm  

ABSABS, abbreviazione di Acylonitrile-butadiene-stirene, è un materiale plastico a base di olio. Si tratta di un  materiale duro, robusto che le aziende utilizzano ampiamente per costruire oggetti come parti in plastica per auto, strumenti musicali e i sempre popolari mattoni Lego.ABS ha un elevato punto di fusione, e può deformarsi se raffreddato durante la stampa. Per questo motivo gli oggetti in ABS devono essere stampati su una superficie riscaldata di 70° che, in molti casi rappresenta un limite per molte stampanti, sopratutto di fascia consumers. ABS, inoltre, richiede anche la ventilazione quando è in uso, in quanto, in fase di stampa, produce fumi dall’odore sgradevole e tossici. Questi fattori rendono la stampa dell’ABS difficile per gli hobbisti, anche se questo rappresenta il materiale preferito per le applicazioni professionali. La temperatura di estrusione varia da filamento a filamneto che si assesta tra i 220 ai 270° con necessità obbligatoria di un letto riscaldato a 70°. Il nostro ABS, reperibile qui, si estrude a 260° con letto riscaldato a 70°

PLAPLA è un termoplastico biodegradabile ottenuto dalla lavorazione di risorse naturali come l’amido di mais, la canna da zucchero, radici tapioca o la fecola di patate.Questo fa si che il PLA sia una soluzione più ecologica nell’utlizzo della stampa 3D, rispetto a tutte le altre materie plastiche a base di petrolchimici, tra cui l’ABS. Il PLA, essendo un materiale naturale e non tossico, è molto diffuso nelle industrie da imballaggio alimentare, negli impianti medici biodegradabili come le suture, viti in tessuto e chiodini. E’ importante sottolineare che, nonostante il PLA sia facilmente biodegradabile resta comunque un materiale molto robusto. Si potrebbe quasi pensare al PLA come ad un simil ferro. Se si dovesse esporlo ad umidità continua o lasciarlo all’aperto si ritroverebbe intaccato da una sorta di ruggine che lo renderebbe inutilizzabile. Esposto all’aria il PLA ha breve durata ma, conservato in maniera adeguata può avere vita indeterminata. Rispetto all’ABS, il PLA è un materiale meno resistente agli urti ed oscillazione e ha una resistenza inferiore. Infatti. se esposta ad una fonte di calore di 60° tende a deformarsi e a 80° a sciogliersi. Il PLA a differenza dell’ABS, inoltre, ha bisono di temperature piu basse per essere estruso. Anche in questo caso dipende dal filamento in uso, infatti le temperature oscillano tra da 190° a 230° con il letto riscaldato a 50°. Il nostro PLAEUMAKERS si estrude ad una temperatura di 200° (variabile da colore a colore)

PLA vs ABS: chi vince?

              I due materiali, anche se hanno caratteristiche diverse, sono molto simili tra loro. Pertanto non è possibile definire PLA meglio di ABS o viceversa. L’utilizzatore sceglie il materiale piu adatto in base alle sue esigenze, al lavoro da fare e alle caratteristiche della stampante 3d in suo possesso.  Nel caso della Fablessy e dei nostri servizi, prediligiamo l’utilizzo del PLA per una mera questione di biodegradabilità e per il rispetto dell’ambiente  

Lascia un commento