Stampa 3D: dalla passione alla libera professione

No Comments

Spesso si sente parlare di come la stampa 3D abbia condizionato il modo di vedere il mondo in generale soprattutto quello della libera professione.

Si, avete letto bene: del mondo in generale e non solo di un settore specifico. Ad oggi, l’evoluzione di questa tecnologia sembra possedere tutte le caratteristiche per avere un’applicazione multidisciplinare: moda, arte, architettura, medicina, ingegneria, alimentare, sono solo alcuni degli ambiti in cui è stato possibile osservarne l’efficienza pratica, soprattutto se si tratta di prototipi mai realizzati prima.

Come per il settore automobilistico e della telefonia, anche per la stampa 3D si è avuta un’evoluzione da “tecnologia sperimentale” a “tecnologia reale”, ovvero si è avuta la trasformazione da “tecnologia embrionale”, sconosciuta alla stragrande maggioranza della popolazione mondiale a una disciplina molto più comune di quando si possa immaginare: oggi è possibile realizzare un oggetto proprio, semplicemente divertendosi.

Ma la stampa 3D può determinare la nascita di una nuova figura professionale? Se si, qual è il suo “ruolo reale” nel mondo del lavoro?

Se la risposa a questa domanda non può che essere affermativa, allora, ci troviamo di fronte al binomio stampa 3D-nuova professione che, negli ultimi anni sta prendendo piede e, una delle domande fondamentali è: quanto vale, in termini di valore aggiunto questa nuova professione in un mercato con tassi di crescita tecnologici vertiginosi?

Secondo l’articolo “La Stampa 3D e le dieci professioni del futuro” pubblicato sulla rivista Panorama, sono molteplici gli ambiti professionali in cui è possibile lanciarsi se si vuole intraprendere questa professione. Questo sta a significare che la stampa 3D non è per tutti? tutt’altro! la stampa 3D è una tecnologia che, con le dovute evoluzioni, può arrivare in ogni casa, ufficio o scuola. Ma a che livello? È questa e la domanda che oggi è lecita porsi. Come tutti i lavori e le professioni (tranne in quelle in cui vi è la necessità di specifiche abilitazioni), tutti possono provvedere in maniera autonoma. Stesso discorso vale per la stampa 3D. Tuttavia, chi prova a svolgere questo lavoro per diletto, per studio, per passione o per gioco, può ancora pensare e sperare di provvedere in maniera autodidatta, ma chi ha bisogno di un oggetto che può rappresentare un prototipo fondamentale per lo sviluppo di un piano aziendale o per fondare una startup, potrebbe rivolgersi a professionisti del settore. Ma vale la pena impiegare tempo e risorse in una consulenza professionale nel settore della stampa 3D? La risposta è si. In tale frangente, proprio con la stampa 3D si rafforza il concetto di prototipazione rapida che, alla base, ha una serie di elementi come la scelta dei materiali di stampa, la tecnologia da utilizzare, il tipo di modello da scegliere e i relativi settaggi per dare forma alla propria idea. Ognuno di questi elementi, genera ore ed ore – se non giorni – di lavoro che, tutto sommato, danno un valore aggiunto ai professionisti del 3D.

stampa 3d feto

In definitiva, lo stakeholder che si affaccia per la prima volta in questo ambito, ha due possibilità: provvedere da se o rivolgersi ad un professionista. In questa seconda ipotesi, la figura con cui si interfaccerà, ha tutte le carte in regola per essere considerato un libero professionista che, con studio continuo ed aggiornamento professionale, rende possibile appagare un bisogno che, in alternativa, potrebbe trasformarsi solo in un ulteriore problema.

Chi siamo 

Fablessy è una comprovata 3D Printing Agency. Offriamo soluzioni di prototipazione rapida, Modellazione 3D, Rendering 3D, Scanning 3D e Stampa 3D per aziende e privati.

Richiedi un preventivo gratuito

Ottieni un preventivo GRATUITO dal nostro team di esperti che ti aiuteranno nella prototipazione, progettazione in 3D e stampa della tua idea .

Iscriviti alla nostra Newsletter!

I campi dove presente l'asterisco * sono necessari.

Altre notizie dal blog

vedi tutti i post