Emergenza Covid-19

In questi giorni l’Italia, da Nord a Sud, sta vivendo momenti di alta apprensione e angoscia: le strutture ospedaliere, i medici e tutti gli operatori sanitari sono ormai spalle al muro con sale di terapia intensiva colme di pazienti intubati a causa del COVID-19. Ma ciò che ha sempre contraddistinto il popolo italiano è stato quello di avere la forza di reagire e affrontare le difficoltà con ostinazione e tenacia.

Qualche giorno fa siamo stati contattati dal Dott. Gualtiero Lamagna, agente della VYGON Italia azienda produttrice di strumenti medicali. Con lui si è discusso dell’azienda Isinnova di Brescia e della loro straordinaria opera – a cui anche noi della Fablessy abbiamo dato disponibilità – circa la realizzazione della valvola Charlotte per le maschere SNORKELING EASYBREATH distribuite da Decathlon col solo unico scopo di salvare quante più vite possibili. L’invenzione ha affascinato entrambi al punto che il Dott. Lamagna ci ha proposto una collaborazione preventiva nel caso in cui dovessero mancare le maschere da fornire alle terapie intensive delle strutture sanitarie.

Ovviamente, la nostra risposta non poteva che essere positiva a tale richiesta di collaborazione.

Senza entrare troppo in tecnicismi, nel corso della telefonata abbiamo stabilito  di realizzare un adattatore simile a quello progettato dai colleghi dell’azienda Isinnova, ma con una funzione di raccordo tra la maschera snorkeling distribuite da Decathlon e altri sistemi di ventilazione meccanica, cioè creare un raccordo con singolo attacco femmina che potesse annettere la Valvola di Boussignac per la ventilazione meccanica a pressione positiva continua (C-PAP), utilizzata in diverse strutture ospedaliere.

Valvola Boussignac
Valvola di Boussignac

Conclusasi la telefonata ci siamo messi subito all’opera per trovare una soluzione. Nonostante fossimo impegnati a 360° per produrre DPI per il personale lavoratore e sanitario delle nostre zone abbiamo ottenuto il risultato sperato.

Ciò che abbiamo realizzato è stato un raccordo per connettere la maschera da snorkeling Decathlon “Easybreath” con la Valvola di Boussignac.

Il raccordo, denominato “Faby-3D” in virtù della tecnologia utilizzata, è costituito da un lato da un aggancio alla maschera Easybreath e dall’altro da un attacco di tipo standard da 22 mm femmina, adatto anche ad altri possibili utilizzi di raccordo. Infatti esso permette di trasformare la maschera “Easybreath” di Decathlon in una maschera respiratoria d’emergenza per la mancanza di maschere C-PAP ospedaliere per terapia sub-intensiva a fronte della diffusione del Covid-19.

E’ bene precisare che il nostro lavoro è totalmente gratuito ed esclusivamente per fini filantropici, liberamente realizzabile e distribuibile da chiunque. Riteniamo opportuno, inoltre, sottolineare che il nostro prototipo non è provvisto di alcun tipo di certificazione in quanto il suo impiego è prettamente diretto a casi di “emergenze reali e comprovate” ovvero ad un “uso compassionevole”, nel caso in cui dovessero essere insufficienti strumentazioni certificate da aziende produttrici sanitarie e solo previa autorizzazione scritta da parte del paziente e/o delle strutture sanitarie che intendano utilizzare tale dispositivo.

Onde evitare speculazioni, inoltre, abbiamo chiesto chiarimenti a Decathlon per brevettare tale progetto e rilasciarlo libero in modo da poter essere utilizzato e realizzato da chiunque, seguendo l’esempio dei nostri colleghi bresciani di Isinnova. Dopo uno scambio di missive tramite PEC, Decathlon ci ha esortato a non brevettare il nostro raccordo in quanto loro ne detengono la proprietà intellettuale del prodotto, ed inoltre che non hanno attivato alla data odierna contratti di collaborazione con nessuno per la realizzazione dei raccordi, ma che erano a conoscenza dello sfruttamento positivo del loro prodotto da parte di molte aziende.

Noi di Fablessy, nel nostro piccolo, ci sentiamo in dovere di dare in nostro contributo per aiutare le strutture sanitarie qualora si dovessero trovare in serie difficoltà circa il reperimento di dispositivi medici certificati e qualificati a salvare la vita delle persone.

Il lavoro di modellazione

Per chi è del settore, sa che la modellazione 3D spesso può rivelarsi qualcosa di arduo, soprattutto quando si tratta di realizzare oggetti particolarmente precisi: si scende nel dettaglio delle mesh e dei poligoni, si lavora nel piccolo, nell’infinitesimale per ottenere risultati quanto più precisi possibili.

Ma grazie ad uno dei nostri collaboratori, Ulderico Martinelli la modellazione del Faby-3d è stata portata a termine in maniere rapida ed efficace.

Modellazione 3D covid19
Modellazione 3D

Successivamente i nostri modellatori e tecnici di stampa si sono confrontati a lungo per ottenere un risultato quanto più performante possibile ed  essere semplice da poter stampare (si stampa senza supporti). Infatti l’efficienza economico-pratica nel realizzare l’oggetto è stato sicuramente uno degli obiettivi raggiunti dalla nostra progettazione. Immaginare un domani di doverne stampare quanti più possibile, anche se ovviamente ci auguriamo vivamente che ciò non accada mai più, la cosa peggiore potrebbe essere quella di dover stampare in 3D un oggetto con elevati sprechi dei materiali di stampa da parte dei vari makers, oltre ad avere deficienze nell’efficacia e nella rapidità del processo di stampa. Ma da questo punto di vista, la sfida è stata superata alla grande.

La prova di stampa

La stampa dell’oggetto è iniziata subito dopo. Il materiale è stato il PLA, il più classico dei materiali utilizzato nella stampa 3D.

Il tempo stimato è risultato variabile a seconda delle impostazioni di stampa, ovvero dalle 2 alle 2.30 ore per pezzo. I principali fattori di questo range temporale sono frutto di impostazioni diverse di stampa, layers, infil, ecc.

In ogni caso, non esitate a contattarci per un feedback o consigli utili dalle vostre esperienze.

Ovviamente, ci rivolgiamo agli esperti del settore e Makers.

Qualsiasi sia la vostra stampante, noi consigliamo di seguire questi valori per la stampa del pezzo:

Filamento: PLA 1,75 mm

Temperatura ugello: 205 – 215 °C

Temperatura piano di stampa: 35 – 50 °C

Spessore layer: 0,2 – 0,3 mm

Supporti: non richesti.

Orientamento: vedi foto sopra.

Temperatura piano di stampa: 35 – 50 °C

Spessore layer: 0,2 – 0,3 mm

Supporti: non richesti.

Orientamento: vedi foto sopra.

Per quanto riguarda il materiale di stampa, come già indicato per la valvola di isinnova anche noi consigliamo il più comune filamento in commercio, il PLA (polilattico); questo per diversi motivi:

Inodore (ricordiamo che i pazienti devono respirare aria che passa attraverso questi componenti) e il meno pericoloso possibile (il PLA è poco pericoloso e biocompostabile)

Relativamente flessibile (deve potersi deformare elasticamente per potersi accoppiare agli altri componenti).

Risultato finale è prova del nove

La prova finale del prototipo definitivo del FABY-3D è stata eccellente. La sua struttura di alloggio è simile a quella progettata dai colleghi di Isinnova, risultando pratica e rapida nell’innesto in entrambi i lati.

Attualmente, Il raccordo è in fase di test presso l’UOC Anestesia e Rianimazione dell’ospedale “Maria SS Addolorata” di Eboli, ASL Salerno, diretta dal Dottor Fernando Chiumiento, in attesa degli ultimi test positivi.

Chiunque in ambito ospedaliero fosse interessato a testare il raccordo può contattarci attraverso i nostri canali ufficiali e social oppure mandare una mail a [email protected].

In ogni caso, ci teniamo a precisare che il dispositivo qui presentato non è provvisto di alcun certificato e potrebbe presentare delle controindicazioni/malfunzionamenti se non realizzato da personale tecnico competente.

Pertanto per chi volesse replicarlo, si consiglia di avvalersi della collaborazione di personale tecnico specializzato per la realizzazione, ma soprattutto della supervisione di un medico per l’utilizzo.

Per scaricare il modello stampabile e avere tutti i riferimenti del caso vi linkiamo la pagina specifica:

Maschere d’emergenza per respiratori ospedalieri

Per maggiori informazioni circa l’uso compassionevole è possibile consultare il link:

www.salute.gov.it

In ogni caso, ci teniamo a ribadire che il dispositivo qui presentato non è provvisto di alcun certificato e potrebbe presentare delle controindicazioni/malfunzionamenti se non realizzato da personale tecnico competente.

Pertanto per chi volesse replicarlo, si consiglia di avvalersi della collaborazione di personale tecnico specializzato per la realizzazione, ma soprattutto della supervisione di un medico per l’utilizzo.

Per qualsiasi informazione circa l’aspetto tecnico o semplicemente consigli e/o dritte sulle vostre esperienze di stampa e/o di prova del raccordo Faby-3d, potete contattarci tramite il nostro sito ttps://www.fablessy.com/ o tramite i canali social facebook o istagram oppure tramite mail : [email protected] .

#AndràButtoBene #UnitiCeLaFaremo

Per maggiori informazioni segui questo link sul raccordo per le valvole di Boussignac oltre a scaricare il modello 3D sia per la maschera di Decathlon che di Mares

Parlano di noi :

Caserta newsIreporters3DprintingCreativeAnteprima24InformareonlineCorriereCEIlgiornaleLocaleIT’s MagazineMandamento notizieLo StrilloneBassa Irpinia

Lascia un commento